Skip to content

Discriminazione dalle “piccole” cose

dicembre 3, 2014

Discriminare v. tr. [dal lat. discriminare, der. di discrimen «separazione», da discernĕre «separare»]: 1. distinguere, separare, fare una differenza; 2. adottare in singoli casi o verso singole persone o gruppi di persone un comportamento diverso da quello stabilito per la generalità, o che comunque rivela una disparità di giudizio e di trattamento.

___

Foto tratta da una pubblicazione della Commissione regionale pari opportunità del Piemonte

Foto tratta da
una pubblicazione
della Commissione regionale pari opportunità
del Piemonte

Portate pazienza. Magari è anche – non solo – la stanchezza. Magari sono sei ore di corso di formazione sul tema o certe letture, o ancora l’essersi occupata di certe questioni per quasi cinque anni.

Forse è la sensibilità al tema o decisamente no, se più persone (donne e uomini) lo fossero o fossero in qualche modo stimolate/i a esserlo, staremmo meglio. Tifo per quest’ultima ipotesi, ovvio, ma intanto riporto uno scambio.
Facciamo pure che sia troppo sensibile chi ha ricevuto. Ok. Proviamo.

Scena: nel tardo pomeriggio, lei (direttrice, anche se preferirebbe definirsi direttora, di un quotidiano) chiede un articolo a un collaboratore esterno, con cui ha solo interagito via mail o telefono. Lui risponde poco dopo che invierà l’articolo “in serata”. Siccome il concetto di “serata” è relativo e lui di solito è abbastanza veloce, dato che il quotidiano è praticamente chiuso, alle 22.31 lei scrive a lui, chiedendogli per scrupolo se per caso avesse già inviato il pezzo, temendo problemi di ricezione della mail.

Lui: “Queste donne, tutte uguali… Mai che si fidino degli uomini”, aggiungendo che, “scherzi a parte”, era stato preso da altro e che stava rileggendo.
[Eh? Come, scusa? Cosa c’entra la fiducia delle donne nei confronti degli uomini? Siamo in un contesto lavorativo, manco ci conosciamo di persona, la mia richiesta in sé è lecita ed è stata fatta con tono educato. Io certe battutacce faticherei a farle anche ad amici/amiche di vecchia data, con cui ho confidenza].
Dopo tre minuti netti [ma-tu-guarda!] arriva la mail con l’articolo: in copia c’è anche un maschio e il tono è del tutto diverso, professionale.

Intanto, si potrebbe obiettare che non c’è un minimo rispetto della “gerarchia” – lei direttrice, lui collaboratore esterno – ma conoscendo la situazione lasciamo perdere questo punto, anche se ci starebbe.

La verità è che se a dirigere il quotidiano fosse stato un LUI, probabilmente IL collaboratore esterno non si sarebbe mai permesso una battuta di quel tipo. Forse perché non gli sarebbe manco venuta in mente, una battuta. Invece, visto che di mezzo c’era una lei, che ha fatto il grave errore di chiedere con estrema gentilezza notizie sul pezzo, allora la battuta ci sta eccome. Una battuta che va sul piano personale. Che, di fatto, discrimina. Sono le donne a non fidarsi degli uomini. [Come? Puoi ripetere, per cortesia?]

[Son stata fatta fuori da un’assunzione a tempo indeterminato senza valutare il mio lavoro perché avevo il difetto di essere femmina (“perché poi le donne fanno casino”), ste questioni mi fanno incazzare a prescindere, soprattutto dopo che me ne sono occupata per quasi cinque anni. Una semplice tregua, almeno?!? Troppo difficile?!? Ah, per la cronaca: no, non mi fido. Non mi fido di chi non lavora come si dovrebbe, a prescindere dal fatto che sia maschio o femmina].

Proviamo a pensare a cosa succederebbe a ruoli invertiti, ogni tanto?
Ché magari potrebbe essere un inizio.
Grazie.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: