Skip to content

Blablabla inutili

ottobre 3, 2014

Precarietà s. f. [precario, dal latino precarius, ottenuto con preghiere, per grazia – da prex, preghiera]: termine che al momento è riferita spesso e volentieri al mercato del lavoro. condizione o stato di ciò che è precario; instabilità, insicurezza, incertezza.
Da Una parola al giorno: “La precarietà è una forma dell’impermanenza e, in quanto tale, cifra della vita. Ogni situazione di stabilità interiore ed esteriore è costantemente sotto assedio: sta a noi impegnarci per mantenerci saldi o per riconquistarci la sicurezza. Ma senza illuderci che esistano bolle di paradiso, zone franche dalla precarietà. Il riferimento pulitissimo alla preghiera rafforza il senso che niente sia scontato”.

___

Particolare tratto dalla copertina dell’album

Particolare tratto dalla copertina dell’album S.C.O.T.C.H.

Art. 18 sì, art. 18 no. Perché sì e perché no. Aiuto alle imprese vs diritti dei lavoratori. Blablabla.
Cos’è il lavoro? Ma di che stiamo davvero parlando?

L’unica certezza è che “questo stivale” sta affondando sempre più “dentro un cumulo di porcheria”.

Correva l’anno 2011. E già precario era il mondo.

 

 

Mi sono rotto, io mi sono rotto,
non ho più voglia di abitare lo Stivaletto
non ha più senso rimanere grazie di tutto
aspetto ancora fine mese poi mi dimetto
Tanto il mio lavoro è inutile, diciamo futile
essenzialmente rimovibile, sostituibile, regolarmente ricattabile
il mio lavoro è bello come un calcio all’inguine dato da un toro
il mio lavoro è roba piccola fatta di plastica
che piano piano mi modifica, mi ruba l’anima
dice “il lavoro rende nobili” non so può darsi,
sicuramente rende liberi di suicidarsi
e io mi sono rotto, io mi sono rotto,
non ho più voglia di abitare lo Stivaletto
non ha più senso rimanere grazie di tutto
aspetto ancora fine mese poi mi dimetto

Precario il mondo precario il mondo
flessibile la terra che sto pestando
atipica la notte che sta arrivando volatile la polvere che si sta alzando
Precario il mondo precario il mondo
non è perenne il ghiaccio che si sta sciogliendo, non è perenne l’aria e si sta esaurendo
e d’indeterminato c’è solo il Quando


Precario il mondo
,  da S.C.O.T.C.H., album di Daniele Silvestri (2011).

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: