Skip to content

A volte ritornano e ci piace

settembre 26, 2014

Nottàmbulo agg. e s. m. [composto del lat. nox noctis«notte» e tema di ambulare «camminare», sul modello di funambolo,sonnambulo]: 1. Chi ha l’abitudine di trascorrere buona parte della notte in divertimenti o in giro per le strade; per estensione, chi, nello studio o in altre occupazioni, è solito dedicare all’attività buona parte delle ore normalmente dedicate al riposo notturno. 2. Inizialmente il termine fu usato con il sign. di sonnambulo (per influenza del francese noctambule): mi vennero tosto d’avanti la mente i nottambuli, e coloro che di sovente la notte sognando discorrono (G. Zambeccari).
(dal vocabolario Treccani)

___

northern_exposureSì, lo so. Dovrei provare a dormire. Me lo ripropongo da giorni: tiro tardi (più di quanto già mi costringa il lavoro di fatto notturno che mi ritrovo), poi cado di botto ma non riposo bene, non riesco a svegliarmi e continuo a sentirmi esausta senza soluzione di continuità.

Per quanto posso, dovrei sforzarmi di aiutare il mio già abbastanza bistrattato ciclo del sonno, per cause non dipendenti da me. Mi è tutto molto chiaro.
Ma. Ma se sei sempre stata un po’ nottambula di tuo, quando ruschi fino alle 2 del mattino, con non pochi problemi, su argomenti pesanti e lontanissimi da te, è più facile che senti il bisogno di staccare, di trovare una “via di fuga” prima di andare a dormire. Ultimamente, una splendida via di fuga è Un medico tra gli orsi: serie tv, il cui titolo tradotto, ovviamente, non ha nulla a che vedere con l’originale, Northern exposure (la foto è un frame della sigla di apertura), che davano non-ricordo-quanti-anni-fa, che adoravo e ho recuperato di recente, scoprendo che mi piace esattamente come allora e che ha un effetto calmante e rilassante, a rischio dipendenza. Il problema è che una puntata dura intorno ai 45 minuti e, peggio, che una non mi basta. Quindi, le quattro del mattino se non oltre sono assicurate.

Oggi, chiuso il lavoro un po’ prima delle due, per puro caso mi sono ritrovata a sperimentare una variante. Da una sentenza della Cassazione sulla violenza sessuale, depositata ieri (mah), mi sono messa in testa di trovare un articolo scritto tra il 2005 e il 2006. Risultato? Lacrime, per una volta belle, di commozione.

Ne ho sfogliati, di numeri di quel mensile dall’aspetto grafico così così e dalle scelte editoriali a volte discutibili, prima di trovare ciò che cercavo. Nel mentre, ho trovato altro: in mezzo ad articoli trascurabili, due pagine di cinema, dedicate a un regista di cui di lì a poco sarebbe uscito il primo lungo nelle sale (Ma che ci faccio qui, il titolo: da allora, è una domanda che mi pongo spesso) e a un filmaker-architetto, entrambi originari del cuneese, Francesco e Stefano, e una paginata sui canti di protesta politica e sociale (A suon di protesta, s’intitolava il pezzo portante, e c’era ilDeposito.org, e c’era l’intervista a Sergio col suo video su Fausto Amodei, e ci sono ancora tutti, e a giorni ilDeposito.org festeggerà il decennale).
Intanto, su suggerimento, Il muro di uranio e Italiana d’argentina. Intervista a Norma Berti, due video presentati ad altrettanti concorsi (anzi, per la precisione, il primo ha partecipato anche al Premio Ilaria Alpi oltre che al Premio L’Anello debole), che non hanno vinto nulla, ma con i quali ho vinto comunque tanto.
Alla fine, eccolo, l’articolo che cercavo: Nessuno tocchi lei, il titolo.

A questo punto, ho sorriso. Mi sono fermata. Mi sono detta che qualcosa c’è stato e che ci ho creduto. Ci credo ancora. Mi sa che continuerò a farlo, malgrado tutto.

Ps Forse stasera salto Un medico tra gli orsi. O forse no.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: